È una giornata piovosa, sicuramente adeguata per fissare a video i miei pensieri.

Prendo allora lo spunto per finalmente rispondere all’invito di Carlo nel fornire anche il mio contributo per la pagina SPECIALinguaggi dell’Accademia.

In questo periodo, dove la pandemia non è per nulla scomparsa totalmente, m’interrogo quotidianamente sul futuro, “invasi” come siamo pure noi, dal lato psicologico, da tutte le immagini e le notizie che ci giungono da questa ulteriore guerra che ha colpito l’Ucraina (senza scordare tutte le altre guerre che affliggono altre nazioni del globo…).

Mi sovviene una poesia che scrissi nel corso della guerra nell’ex Jugoslavia (contenuta nel mio secondo libro di poesie ”Emozioni”) e che ritrascrivo:

“NEVE

Il mio sguardo si posa sui bianchi tetti:

stamane è caduta la neve.

Rimette un po’ di pace negli animi.

Amo quel bianco, quel candido colore,

simbolo di trasparenza nel dire e nel pensare.

Cancella le macchie di sangue

e dà un aspetto maggiormente puro

nelle città colpite dalla guerra.

Per qualche giorno la neve le trasforma,

finché ci penserà poi il sole

a sciogliere quel manto.

I suoi raggi, per contro, dovranno poi irradiare i cuori

di quelle angosciate persone”.

Come andrà a finire questa guerra non lontana da noi? Cerchiamo di essere positivi ed auspichiamo che le affermazioni citate qui di seguito siano un prezioso consiglio per chi ha innescato questa ulteriore tragedia umana:

La storia dell’umanità è piena di prove che la violenza fisica non contribuisce al rialzamento morale e che le cattive inclinazioni dell’uomo non possono essere corrette che dall’amore; che il male non può sparire che per mezzo del bene, che la vera forza dell’uomo è nella bontà, la pazienza e la carità; che solo i pacifici erediteranno la terra”.

(Lev Tolstoj)

Pensi davvero che la violenza sia il miglior modo per sconfiggere la violenza? Da che mondo è mondo non c’è stata ancora la guerra che ha messo fine a tutte le guerre.

Non lo sarà nemmeno questa”.

(Tiziano Terzani)

La speranza è l’ultima dea!

Spes ultima dea – di Daniela Bianchi

Post navigation


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.